ASSISTENZA TECNICA

Numero diretto
+39 049 8788321

support@concrete.it

INFO

Telefono di riferimento
+39 049 8754720

Filmati introduttivi su Sismicad

AREA UTENTI

Parete di sostegno in cemento armato

Portfolio Club Concrete
By Gianni Bizzotto 7 mesi ago
Home  /  Portfolio Item  /  Parete di sostegno in cemento armato

Parete di sostegno in cemento armato.

Il modello indaga il comportamento di una parete di sostegno in cemento armato formata da diaframmi di spessore 80 cm e muri fuori terra gettati in opera. Data la profondità di scavo richiesta
dall’architettonico e l’impossibilità “politica” di realizzare tiranti, la diaframmatura è rinforzata a valle dello scavo da diaframmi “a contrafforte” di spessore 80, ma con una inerzia variabile lungo l’altezza per evitare interferenze con una rampa di accesso ai piani interrati .
Con SismiCad è stato possibile dimensionare l’armatura della trave di collegamento sommitale (vedi diagramma dei momenti nell’ultima foto) sollecitata a flessione per il particolare “stato non piano” della parete di sostegno dello scavo.

Il diaframma contro terra è stato collegato all’anima ad esso ortogonale, mediante l’inserimento di opportuni elementi beam con caratteristiche di bielle, per poter tener conto dell’esecuzione in due fasi distinte delle due porzioni strutturali, che non consente di avere una sezione solidale a T. Per una volontà di pulizia analitica anche trave di collegamento sommitale è stata staccata dai contrafforti per evitare interferenze di inerzie torsionali di quest’ultimi con l’inerzia flessionale della trave medesima.
La solidarizzazione carico/appoggio alla parete è stata mantenuta con una serie di pendini virtuali con funzione di esclusivo collegamento assiale. La base dei diaframmi è stata vincolata verticalmente mediante inserimento di elementi trave fittizi, cui sono state applicate delle molle alla Winkler con comportamento non lineare (molle non reagenti a trazione).

Il vincolo orizzontale offerto dal terreno a valle, nel tratto di diaframma immorsato, è stato modellato utilizzando degli elementi vincolo, ai quali è stata inserita una opportuna costante elastica, in modo da ottenere una distribuzione di molle orizzontali puntuali distribuite verticalmente a passo pressoché costante.

Questo per ovviare alla non possibilità di applicare nel modello una distribuzione lineare delle molle alla Winkler orizzontali su elementi verticali Da notare nelle figure le azioni degli sbadacchi provvisionali di cantiere sulla sollecitazione a momento della trave sommitale.

Studio Linea Ingegneria Vicolo Santa Maria in Conio 112, 35131 Padova. Tel. 049 8073496

this work was shared 0 times
 000